Anonymous in guerra contro Putin

Anonymous in guerra contro Putin

Irraggiungibile il sito del Cremlino. Le tv russe trasmettono canzoni ucraine.

Hackerato anche il sito del ministero della Difesa russo.

Anonymous è scesa "in guerra" al fianco dell’Ucraina contro la Russia, anzi, più precisamente, contro Putin, come fa sapere il collettivo in uno degli ultimi post su Twitter: "No. Anonymous non è in guerra con la Russia. Siamo in guerra contro Putin. Il popolo russo non sostiene la guerra di aggressione di Putin contro il popolo ucraino".

Alla guerra sul terreno in Ucraina, fatta di bombardamenti e spari, si affianca quella cyber, guidata da Anonymous che ha rivendicato l’attacco ad alcuni siti web governativi russi, compreso quello del Cremlino e del ministero della Difesa, resi irraggiungibili. "Abbiamo mandato offline i siti governativi - si legge sul profilo Twitter del collettivo - e girato le informazioni ai cittadini russi in modo che possano essere liberi dalla macchina della censura di Putin". In un altro post Anonymous aggiunge: "Stiamo lavorando per garantire al meglio la connessione online del popolo ucraino" e c’è un messaggio anche per la parte russa: "Rispettiamo i russi che si stanno sollevando contro il proprio governo. Siete noi e siamo voi!"

Tra gli attacchi delle ultime, quello al sito web del ministero della Difesa russo, smentito dal Cremlino, secondo analisti cyber, avrebbe fatto scattare le difese a disposizione di Mosca in caso di offensiva ’virtuale’: se il portale del ministero della Difesa è andato in tilt, quindi, significa con ogni probabilità che sono scattate attivate tecnologie di anti-ddos dalla Russia.

Il meccanismo di protezione, in questo caso, consente di rendere accessibile la risorsa - in questo caso il sito del ministero - in base alla posizione e al paese in cui si trova l’utente. Non si può escludere, quindi, che il sito del ministero della Difesa russo sia rimasto accessibile ad utenti all’interno dei confini nazionali.

Anonymous, in ogni caso, non si è fermato qui.

Scorrendo le timeline dei profili riconducibili al collettivo, si trovano messaggi relativi ad altri successi che la cyber-guerra avrebbe prodotto: nella rete degli hacker sarebbero finite l’emittente russa RT e l’azienda produttrice di armi Tetraedr. Stesso trattamento sarebbe stato riservato ad un’azienda bielorussa, fornitore dell’esercito russo.

Il collettivo ha assunto una posizione pro-Kiev nel conflitto innescato dall’invasione russa e ha annunciato il proprio intervento con una serie di tweet pubblicati su vari profili riconducibili al movimento: ’’Hacker di tutto il mondo: prendete di mira la Russia nel nome di Anonymous: fategli sapere che non perdoniamo e non dimentichiamo’’, si legge in uno dei tweet che invocano l’intervento di hacker da ogni parte del pianeta.

Canzoni ucraine sulle tv russe

Nelle ultime ore gli attacchi sembrano essersi moltiplicati: è irraggiungibile anche il sito dell’Autorità per le telecomunicazioni russa. Mentre canali tv russi - hackerati - trasmettono canzoni ucraine.

— Rai News

sabato 26 febbraio 2022

Tor Project

Tor protegge la tua privacy

Tor Browser è un pacchetto portable di Tor facile da usare. Scaricando e utilizzando Tor, puoi proteggere le persone che hanno bisogno di anonimato, come attivisti, giornalisti e blogger...

Tor Project

Parole chiave

OpRussia

Traduzione

Anonymous: È guerra totale contro Putin

Anonymous: È guerra totale contro Putin

Gli ultimi attacchi di Anonymous alla Russia hanno preso di mira i telefoni cellulari con SMS per dire la verità alla popolazione sull’invasione dell’Ucraina. Questo trucco potrebbe rendere inutile la decisione di Putin di togliere il Paese da Internet per (...)


Anonymous Operazione 13 #SaveYourInternet

Anonymous Operazione 13 #SaveYourInternet

Ciao mondo, noi siamo Anonymous. Con inquietante disagio stiamo osservando la deformazione del copyright proveniente dal Parlamento Europeo. Il cosiddetto articolo 13, che è stato unificato il 13 febbraio dagli Stati dell’UE, dalla Commissione e dal (...)


Una lettera dal carcere di James Robinson

Una lettera dal carcere di James Robinson

Ciao fratello. Grazie per le tue parole e pensieri gentili. Significa molto avere il supporto che ho da tutti voi. Non è facile strappare una persona a chi ti ama e ami, ma sapere di avere il sostegno della mia famiglia e dei miei amici mi dà la forza di (...)


Buon compleanno Jeremy Hammond

Buon compleanno Jeremy Hammond

Per favore unisciti a noi per ottenere una cartolina e inviarla a Jeremy. “Se non avessimo Jeremy Hammond, Edward Snowden, Chelsea Manning, Barrett Brown, non avremmo una stampa libera.” Chris Hedges - Giornalista investigativo e autore. Gli hacker di (...)


Red Cross

Siamo con l'Ucraina

L'attacco del governo russo all'Ucraina ha messo in pericolo milioni di vite innocenti. Siamo con l'Ucraina per sostenere la loro libertà e difendere la democrazia. Se desideri sostenere l'Ucraina e il suo popolo nel momento del bisogno, considera di fare una donazione a the Red Cross.


/e/ Foundation
eFoundation è un'associazione senza scopo di lucro che guida lo sviluppo di sistemi operativi Open Source per mobile rispettosi della privacy dei dati degli utenti.

Tor Browser
Tor Browser
Comunicazioni confidenziali senza che vengano monitorate

NordVPN
Proteggi tutti i tuoi dispositivi.
2 anni - Risparmi il 72%