Anonymous contro il Ku Klux Klan

Anonymous contro il Ku Klux Klan

Il gesto è “una forma di resistenza” contro la violenza razziale, afferma il collettivo di hacker.

“Una forma di resistenza” contro la violenza razziale.

Con questa motivazione il collettivo di hacker Anonymous ha svelato l’identità di mille presunti simpatizzanti del Ku Klux Klan.

Gli hacker avevano già pubblicato nei giorni scorsi nomi e contatti di 57 esponenti legati al KKK: la lista, però, secondo la Bbc, sarebbe falsa. La pubblicazione è stata motivata da Anonymous in seguito ad alcuni fatti avvenuti in passato come la minaccia del gruppo per la supremazia dei bianchi di ricorrere alla “forza letale” contro le persone che avevano partecipato alla protesta per la mancata incriminazione del poliziotto bianco che uccise, nell’agosto del 2014, il giovane afroamericano Michael Brown a Ferguson. Manifestazione alla quale aveva preso parte lo stesso Anonymous.

Il nuovo elenco, chiarisce Anonymous, è stato realizzato usando l’intelligenza umana e non l’hackeraggio. “Questo significa – si legge in un comunicato del collettivo di hacker – che gli individui sono stati spesso identificati ricorrendo a fonti umane di informazione attraverso metodi aperti (interviste con fonti esperte) o coperti (spionaggio digitale/ingegneria sociale)”. Tra i nomi e i contatti compaiono profili social di persone che frequentemente pubblicano contenuti o slogan razzisti e che hanno aderito o messo un “mi piace” ai gruppi legati al KKK su Facebook e Google+.

Già lo scorso anno, Anonymous aveva preso il controllo dell’account Twitter del KKK, sostituendolo con il proprio logo. E anche quella volta erano stati rivelati alcuni nomi di membri dell’organizzazione di estrema destra.

  • l’Unità TV

venerdì 6 novembre 2015 > English

Tor Project

Tor protegge la tua privacy

Tor Browser è un pacchetto portable di Tor facile da usare. Scaricando e utilizzando Tor, puoi proteggere le persone che hanno bisogno di anonimato, come attivisti, giornalisti e blogger...

Tor Project

Parole chiave

Anonymous: È guerra totale contro Putin

Anonymous: È guerra totale contro Putin

Gli ultimi attacchi di Anonymous alla Russia hanno preso di mira i telefoni cellulari con SMS per dire la verità alla popolazione sull’invasione dell’Ucraina. Questo trucco potrebbe rendere inutile la decisione di Putin di togliere il Paese da Internet per (...)


Anonymous in guerra contro Putin

Anonymous in guerra contro Putin

Hackerato anche il sito del ministero della Difesa russo. Anonymous è scesa "in guerra" al fianco dell’Ucraina contro la Russia, anzi, più precisamente, contro Putin, come fa sapere il collettivo in uno degli ultimi post su Twitter: "No. Anonymous non è in (...)


Anonymous Operazione 13 #SaveYourInternet

Anonymous Operazione 13 #SaveYourInternet

Ciao mondo, noi siamo Anonymous. Con inquietante disagio stiamo osservando la deformazione del copyright proveniente dal Parlamento Europeo. Il cosiddetto articolo 13, che è stato unificato il 13 febbraio dagli Stati dell’UE, dalla Commissione e dal (...)


Una lettera dal carcere di James Robinson

Una lettera dal carcere di James Robinson

Ciao fratello. Grazie per le tue parole e pensieri gentili. Significa molto avere il supporto che ho da tutti voi. Non è facile strappare una persona a chi ti ama e ami, ma sapere di avere il sostegno della mia famiglia e dei miei amici mi dà la forza di (...)


Red Cross

Siamo con l'Ucraina

L'attacco del governo russo all'Ucraina ha messo in pericolo milioni di vite innocenti. Siamo con l'Ucraina per sostenere la loro libertà e difendere la democrazia. Se desideri sostenere l'Ucraina e il suo popolo nel momento del bisogno, considera di fare una donazione a the Red Cross.


/e/ Foundation
eFoundation è un'associazione senza scopo di lucro che guida lo sviluppo di sistemi operativi Open Source per mobile rispettosi della privacy dei dati degli utenti.

Tor Browser
Tor Browser
Comunicazioni confidenziali senza che vengano monitorate

NordVPN
Proteggi tutti i tuoi dispositivi.
2 anni - Risparmi il 72%